Commercio su aree private - Comune di Montechiarugolo

Commercio | Commercio su aree private - Comune di Montechiarugolo

Commercio su aree private

Normativa di riferimento:

COMMERCIO IN SEDE FISSA

L'apertura, il trasferimento, le variazioni e la cessazione di attività, devono essere comunicate al Comune (ovvero richieste ove previsto) mediante apposita modulistica SUAPER.

 

ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEGLI ESERCIZI 
 
Gli orari di apertura e di chiusura al pubblico degli esercizi di vendita al dettaglio sono rimessi alla libera determinazione degli esercenti.
L’esercente è tenuto a rendere noto al pubblico l’orario di effettiva apertura e chiusura del proprio esercizio mediante cartelli o altri mezzi idonei di informazione visibili dall'esterno del negozio.

La normativa non prevede nessun obbligo per gli esercenti di dare comunicazione al Comune degli orari di apertura prescelti.



Normativa
Decreto Legislativo n. 114 del 31/3/1998 e successive modifiche e integrazioni
Art. 31 del Decreto Legge n. 201 del 6/12/2011 coordinato con la legge di conversione n.214 22/12/2011

  

FORME SPECIALI DI VENDITA

 

VENDITE STRAORDINARIE

  • promozionali (art. 15 D.Lgs. 114/98):   Possono essere effettuate per tutti o parte dei prodotti posti in vendita per periodi di tempo limitati.   Non vi è obbligo di comunicazione al Comune;
  • di fine stagione comunemente definite "saldi" .  N. (Delibera di Giunta regionale N. 725 del 30 maggio 2011).

 

Possono essere effettuati:

 

PERIODO INVERNALE: dal primo giorno feriale antecedente l'Epifania per sessanta giorni

PERIODO ESTIVO: dal primo sabato del mese di luglio per sessanta giorni

senza alcuna comunicazione al Comune (Delbera di Giunta regionale n. 1780/2013)
 
  • di liquidazione (art. 15 D.Lgs. 114/98; delib. G.R. 1732/99) - Possono essere effettuate nei seguenti casi: cessazione attività, cessione dell'azienda, trasferimento, rinnovo locali, previa comunicazione al Comune da inviare esclusivamente mediante raccomandata a.r. almeno 15 gg prima della data di inizio (fa fede il timbro postale).

 

Per informazioni dettagliate sulle modalità di effettuazione si rimanda alla delib. G.R. n. 1732/1999.

 
VENDITA FUNGHI
 
Il titolare di esercizio commerciale ovvero di autorizzazione per l'esercizio del commercio su aree pubbliche che intenda effettuare la vendita di funghi freschi e/o secchi sfusi deve richiedere al Comune, utilizzando l'apposito modulo l'autorizzazione prevista dalla L.R. 2 giugno 1996, n. 6.

Il rilascio dell'autorizzazione è subordinato al preventivo conseguimento di attestato di idoneità rilasciato dal Dipartimento di prevenzione dell'AUSL.

 

Requisiti igienico-sanitari

I locali ove si intenda effettuare attività di produzione, preparazione, deposito, conservazione, congelamento, vendita e in genere manipolazione di sostanze alimentari e/o bevande, devono essere conformi ai requisiti igienico-sanitari prescritti dalla normativa vigente.

 

L' autorizzazione sanitaria è stata sostituita dalla NOTIFICA SANITARIA che l'utente deve inoltrare piattaforma SUAPER