Manutenzione straordinaria edifici comunali

La sede municipale distaccata di Piazza Rivasi n. 4 a Montechiarugolo dopo gli importanti interventi di miglioramento sismico nuovamente operativa da lunedì 27 giugno 2024. Tornano un sede l'Ufficio Tecnico Unificato, l'Ufficio Scuolla, Personale e SIA.

Manutenzione straordinaria edifici comunali
Manutenzione straordinaria edifici comunali

Descrizione

Si informa l’utenza che dopo gli  interventi di miglioramento sismico  ed efficientamento energetico dell'edificio, la sede municipale distaccata di Piazza Rivasi n. 4 a Montechiarugolo dal 27 maggio tornerà nuovamente operativa.

Tornano quindi a Montechiarugolo 

  • l’Ufficio Tecnico unificato (Lavori pubblici, Ambiente, Urbanistica, consultazione atti);
  • L'Ufficio Scuola;
  • L’Ufficio Personale;
  • il SIA

Da lunedì 27 maggio tali uffici saranno pienamente operativi, con recapiti telefonici e modalità di ricevimento già in uso.

L’edificio storico, sottoposto a tutela da parte della  Soprintendenza Archeologie e Belle Arti della Regione Emilia Romagna,  già nel 2000 era stato interessato da un importante intervento di restauro e risanamento conservativo. L’edificio, in quanto sede della Protezione Civile, riveste un particolare interesse strategico e la sua funzionalità, durante eventi sismici o comunque calamitosi, assume un rilievo fondamentale.  
 
Nel corso dell’estate 2023 sono stati effettuati alcuni interventi di efficientamento energetico per la realizzazione dei quali il Comune ha beneficiato di un finanziamento al 100% del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (bando AVVISO CSE 2022). Grazie al finanziamento intercettato sono state sostituite tutte le chiusure trasparenti comprensive di infissi, con sistemi ad elevate prestazioni energetiche; è stato sostituito il condizionatore esistente (risalente al 2006) con nuova pompa di calore. Il quadro economico dell’intervento è stato pari a circa 137mila euro, interamente finanziati.
 
La seconda  tranche dei lavori ha avuto ad oggetto il consolidamento strutturale e miglioramento sismico dell’edificio, attraverso l’inserimento di telai in acciaio e iniezioni di consolidamento della muratura. L’importo dei lavori è stato di circa 180mila euro, in parte finanziati dalla Regione Emilia Romagna. 

 

 

Data: 20 Maggio 2024

Ultimo aggiornamento: 24 Maggio 2024, 11:54