CARTA di IDENTITA' - Comune di Montechiarugolo

guida ai servizi - Comune di Montechiarugolo

CARTA di IDENTITA'

CARTA di IDENTITA'

  • Soggetto titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia

  • Titolare del potere sostitutivo: Segretario Comunale
  • Telefono: tel. 0521 687728 segreteria
  • Fax: 0521 686633
  • Email: segretario@comune.montechiarugolo.pr.it
  • Modalità di attivazione del potere sostitutivo: Possono attivare il potere sostitutivo i cittadini che hanno presentato istanza quando, essendo scaduti i termini per la conclusione del relativo procedimento, il Responsabile dello stesso non ha ancora emanato il provvedimento finale; la richiesta di attivazione del potere sostitutivo può essere presentata al Segretario Comunale tramite posta elettronica all'indirizzo segretario@comune.montechiarugolo.pr.it
  • Unità organizzativa responsabile dell’istruttoria: Anagrafe

  • Responsabile dell'ufficio: Cinzia Dacci
  • Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale: Anagrafe

  • Responsabile dell'ufficio: Cinzia Dacci
Cos'è: La carta d’identità è il documento personale di riconoscimento rilasciato dall’Ufficio Anagrafe comunale, valido per l’espatrio per i soli cittadini italiani.
Il Ministero dell’Interno con circolari n.10 del 13 giugno 2016 e n. 11 del 4 luglio 2016 ha avviato una sperimentazione tesa al rilascio della nuova Carta d’Identità Elettronica che andrà a sostituire la carta d’identità in formato cartaceo. E’ stato creato un portale istituzionale delle CIE all’indirizzo internet www.cartaidentita.interno.gov.it all’interno del quale il cittadino troverà tutte le informazioni utili per la presentazione della domanda di rilascio della CIE. Inoltre il cittadino, avvalendosi del citato portale, ha la possibilità di prenotare l’appuntamento con gli uffici comunali ed indicare l’indirizzo di consegna della CIE previa attivazione da parte del comune.
E’ prevista la facoltà del cittadino maggiorenne di indicare, ai sensi dell’articolo 3 del T.U.L.P.S., emanato con regio decreto n. 773/193, il consenso o il diniego alla donazione di organi e/o tessuti in caso di morte.
In questa prima fase di avvio della sperimentazione della nuova CIE, è stato ritenuto di non escludere, la possibilità di rilasciare in via temporanea anche la carta d’identità in formato cartaceo
Chi può richiederlo: La carta d’identità può essere richiesta da tutti i residenti/iscritti AIRE senza limiti di età ed ha validità:
- 3 anni per i minori di età inferiore ai 3 anni,
- 5 anni per i minori di età compresa fra i 3 e i 18 anni,
- 10 anni per le persone maggiorenni.
La scadenza della carta corrisponde alla data del compleanno successiva alla validità di cui sopra
Modalità recupero informazioni propri procedimenti in corso: Contatta l' U.R.P.
Tempi: La nuova carta d’identità elettronica, verrà recapitata a cura del Ministero dell’Interno, tramite raccomandata, non prima di 6 giorni lavorativi dalla richiesta. Al cittadino verrà rilasciata apposita ricevuta della richiesta della CIE al termine dell’operazione di inserimento dei dati.
Spese a carico dell'utente: € 22,00 (€ 16,79 come da decreto, € 0,26 diritti di segreteria, € 4,95 diritto fisso)
Dove rivolgersi: L’interessato deve presentarsi allo Sportello con la carta d’identità scaduta o deteriorata. Se trattasi di primo rilascio, occorre esibire un documento valido Sportello U.R.P. Dal Lunedì al sabato dalle 8.00 alle 13.00
Documenti da presentare: - la carta d’identità scaduta o deteriorata; - una fototessera; - il codice fiscale o tessera sanitaria; - denuncia di smarrimento/furto presentata alle Forze dell’ordine.
Riferimenti legislativi (Normativa): R.D. 18 giugno 1931, n. 773 (Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza) R.D. 6 maggio 1940, n. 635 (Regolamento per l'esecuzione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza) D.L. 25 giugno 2008, n.112 D.L. 9 febbraio 2012, n. 57 Decreto del 25 maggio 2016 del Ministero dell’economia e delle finanze Circolare n. 10 del 13 giugno 2016 Ministero dell’Interno, Direzione Centrale dei Servizi Demografici Circolare n. 11 del 4 luglio 2016 Ministero dell’Interno, Direzione Centrale dei Servizi Demografici
Pubblicato il 
Aggiornato il