Pubblicazioni di matrimonio - Comune di Montechiarugolo

guida ai servizi - Comune di Montechiarugolo

Pubblicazioni di matrimonio

Pubblicazioni di matrimonio

  • Soggetto titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia

  • Titolare del potere sostitutivo: Segretario Comunale
  • Telefono: tel. 0521 687728 segreteria
  • Fax: 0521 686633
  • Email: segretario@comune.montechiarugolo.pr.it
  • Modalità di attivazione del potere sostitutivo: Possono attivare il potere sostitutivo i cittadini che hanno presentato istanza quando, essendo scaduti i termini per la conclusione del relativo procedimento, il Responsabile dello stesso non ha ancora emanato il provvedimento finale; la richiesta di attivazione del potere sostitutivo può essere presentata al Segretario Comunale tramite posta elettronica all'indirizzo segretario@comune.montechiarugolo.pr.it
  • Unità organizzativa responsabile dell’istruttoria: Stato Civile

  • Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale: Stato Civile

Cos'è: Per sposarsi, sia con rito civile che con rito religioso, occorre richiedere le pubblicazioni di matrimonio all'Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza di entrambi (se lo stesso) o di uno degli sposi (se risiedono in Comuni diversi, sara' l'Ufficiale di stato civile a richiedere d'ufficio le pubblicazioni nell'altro Comune).

La pubblicazione di matrimonio consiste nell'affissione all'albo on line sul sito web del Comune, per un periodo di otto giorni consecutivi, di un atto contenente le generalita' dei futuri sposi.

Lo scopo della pubblicazione di matrimonio e' quello di accertarsi che i richiedenti siano in possesso dei requisiti e delle condizioni previste dalla legge per contrarre matrimonio e di portare a conoscenza di tutti l'intenzione dei nubendi di sposarsi affinche', in presenza di impedimenti, possano essere presentate opposizioni.

La richiesta deve essere presentata:
- da entrambi gli sposi
- da persona munita di procura speciale.

Se entrambi gli sposi sono stranieri e non sono residenti in Italia, non occorrono le pubblicazioni, pertanto essi dovranno presentarsi all'ufficiale di Stato Civile solo per la consegna dei documenti necessari per la celebrazione del matrimonio civile.
Se il cittadino straniero non conosce la lingua italiana, deve farsi assistere durante la pubblicazione da un traduttore interprete munito di documento di riconoscimento.

Chi può richiederlo: Entrambi gli sposi devono avere compiuto i 18 anni o almeno 16 anni con l'autorizzazione del Tribunale
- non essere interdetti per infermita' di mente
- non essere vincolati da precedente matrimonio
- non avere tra loro vincoli di parentela,affinita', adozione o affiliazione
- non avere una condanna per omicidio consumato o tentato nei confronti del precedente coniuge
Tempi: Immediata: la richiesta di pubblicazioni presso l'Ufficio di Stato civile
10 giorni: acquisizione d'ufficio dei documenti necessari
8 giorni: periodo di affissione delle pubblicazioni all'albo pretorio online
3 giorni: periodo per eventuali opposizioni
entro 6 mesi dal rilascio del certificato di eseguita pubblicazione: la successiva celebrazione del matrimonio civile o concordatario
Spese a carico dell'utente: Euro 100,00 per sala matrimoni per i residenti - Euro 200,00 per sala matrimoni per i non residenti. Non e' possibile celebrare all'esterno della sala matrimoni.
Nessun costo per la Sala Giunta
Dove rivolgersi: Sportello U.R.P. Dal Lunedì al Sabato delle 8.00 alle 13.00
Documenti da presentare: - documento d'identita' valido; - in caso di matrimonio concordatario o religioso secondo i culti ammessi dallo Stato: richiesta di pubblicazione del Ministro di culto celebrante; - una marca da bollo da 16,00 se entrambi gli sposi sono residenti nel Comune di Montechiarugolo, due marche da bollo da 16,00 se uno degli sposi residente in un altro Comune - eventuale richiesta delega celebrazione matrimonio in altro Comune - eventuale richiesta delega celebrazione matrimonio - fotocopie documenti d'identita' dei testimoni (solo per matrimonio civile) - richiesta prenotazione sala matrimoni o sala Giunta Inoltre, per i cittadini stranieri: - Nulla osta al matrimonio (art. 116 Codice civile) rilasciato: a) dal Consolato o Ambasciata straniera in Italia, debitamente legalizzato dalla Prefettura di Parma (a meno che non sia esente da legalizzazione) o della citta' in cui ha sede il Consolato o Ambasciata; oppure b) dall'Autorita' competente dello Stato di appartenenza, debitamente tradotto in lingua italiana e legalizzato dal Consolato o Ambasciata d'Italia nello Stato estero; (se nel nulla osta sono indicate le generalita' dei genitori, non necessario presentare l'atto di nascita; per la donna divorziata o vedova deve essere indicata la data di scioglimento del matrimonio). - Certificato di capacita' matrimoniale rilasciato dal Comune estero di residenza (esente da legalizzazione), da presentare per i cittadini degli Stati aderenti alla Convenzione di Monaco del 05/09/1980 (Austria, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Spagna, Svizzera, Turchia, Germania, Repubblica Moldova). N.B. In presenza di specifici accordi internazionali o normative speciali, devono essere presentati altri documenti (ad esempio, per i cittadini statunitensi, australiani, i rifugiati politici).
Riferimenti legislativi (Normativa): Codice Civile D.P.R. 3 novembre 2000, n. 396 Regolamento per la revisione e la semplificazione dellordinamento dello stato civile Convenzione di Londra 07/06/1968 Soppressione della legalizzazione di atti compilati da agenti diplomatici e consolari
Pubblicato il 
Aggiornato il