Caccia e pesca - Comune di Montechiarugolo

archivio notizie - Comune di Montechiarugolo

Caccia e pesca

Caccia e pesca

 

 

CACCIA,  CON LA SELEZIONE AL CINGHIALE PARTE LA STAGIONE VENATORIA

 

Il calendario venatorio regionale della stagione 2020-2021 dal 4 maggio consente la caccia di selezione al cinghiale, volta a prevenire e ridurre i danni alle produzioni agricole, condotta nel pieno rispetto delle norme di sicurezza imposte dall’emergenza sanitaria da covid-19.

 

Il piano di prelievo del cinghiale stabilisce il numero dei cinghiali che possono essere abbattuti nei vari distretti in base all’impatto della specie, in termini di danni per chilometro quadrato, sulle produzioni agricole.

 

Dopo l'avvio della caccia di selezione al cinghiale, dal 1° giugno sarà possibile la caccia al capriolo, dal 3 settembre la caccia per cornacchia, gazza, ghiandaia, tortora e merlo; il 20 settembre è prevista l'apertura generale della caccia con chiusura il 31 gennaio 2021 (ad eccezione delle specie in selezione che potranno essere cacciate fino al 31 marzo 2021).

 

Ricordiamo che il tesserino venatorio consente l'esercizio dell'attività a chi abbia compiuto il diciottesimo anno di età, sia munito della licenza di porto di fucile per uso caccia e di assicurazione per la responsabilità civile verso i terzi nel rispetto dei minimi previsti dalla legge.

La richiesta del tesserini deve essere fatta direttamente dall'interessato presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico munito di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in cui si afferma di essere in regola con la vigente normativa dell’attività venatoria (in allegato).

 

Per il ritiro del tesserino è necessario prendere appuntamento all'Ufficio Relazioni con il Pubblico, tel. 0521.687727-742; urp@comune.montechiarugolo.pr.it

E’ possibile delegare al ritiro del tesserino un’altra persona munita di delega firmata dal titolare con allegata fotocopia del documento identità.


ATTENZIONE:
Il tesserino può essere riconsegnato, sempre previo appuntamento, senza l'applicazione di sanzioni, entro il 22 giugno prossimo previo appuntamento telefonico all’URP tel. 0521.687727-742. Il D.L. n. 23 dell'8 aprile 2020, all’art. 37, ha aggiornato i termini di cui all'art. 103, comma 1, differendoli di ulteriori 30 giorni.

 

 

PESCA SPORTIVA

 

Con la riapertura della pesca sportiva nelle acque interne della regione Emilia-Romagna parte il programma ittico regionale 2020/2021.

Gli spostamenti per la pratica della pesca sportiva devono limitarsi al territorio regionale e occorre rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri.

Rinviata a futuri provvedimenti la ripresa delle attività per i laghetti di pesca a pagamento;  rimane vietato  l’accesso alle spiagge, agli arenili e alla battigia.

 

In base alla nuova legge regionale, costituisce licenza di pesca (tipo B e C) la ricevuta di versamento  della tassa di concessione in cui sono riportati i dati anagrafici del pescatore, nonché la causale del versamento. Il versamento deve essere sempre accompagnato da un documento di identità valido.

Non è più quindi necessario richiedere la licenza.


Ricordiampo che la licenza di pesca di tipo B, della durata di un anno, autorizza i residenti nella regione Emilia-Romagna all’esercizio della pesca sportiva o ricreativa per un periodo di un anno mentre la licenza di tipo C, della durata di 30 giorni, autorizza sia residenti e non residenti nella Regione Emilia-Romagna all’esercizio della pesca sportiva o ricreativa per un periodo di 30 giorni (la licenza di tipo A, riservata ai pescatori professionali, di durata decennale, viene  rilasciata dalla Provincia).


Pubblicato il 
Aggiornato il