Open      

Nuovi regolamenti per la conservazione dei Siti Natura 2000

Tra questi anche tutta l'area lungo l'Enza
Nuovi regolamenti per la conservazione dei Siti Natura 2000


Col nuovo provvedimento (delibera n. 1147), il 16 luglio 2018 la Giunta dell'Emilia-Romagna ha completato il percorso di regolamentazione dei siti di Rete Natura 2000 avviato nel gennaio scorso.


Anche in vista della designazione delle ZSC (Zone Speciali di Conservazione della natura) a partire dagli attuali SIC (Siti di Importanza Comunitaria per la tutela di habitat e specie) e ZPS (Zone di Protezione Speciale per l'avifauna), sono state perfezionate le Misure di Conservazione, generali e specifiche per ciascuno dei 158 siti individuati per la conservazione della biodiversità regionale.


La messa a punto delle Misure e dei relativi Piani di Gestione riguarda diversi campi d'intervento, dall'attività venatoria a quelle agricola e turistica che vedono i maggiori impatti nel contesto degli ambienti naturali tutelati.


Rimangono invariati gli altri strumenti che compongono il pacchetto varato con l'ultimo provvedimento (delibera n.79), dagli elenchi di flora e fauna protette (Allegato 2), alle procedure per le Valutazioni d'incidenza ambientale e per la Manutenzione ordinaria dei corsi d'acqua naturali ed artificiali e delle opere di difesa della costa.


Il provvedimento dunque definisce le procedure autorizzative e le regolamentazioni di attività che possono avere ricadute su habitat e specie di interesse conservazionistico, rare o minacciate a livello comunitario o nazionale. Si tratta del principale riferimento per la gestione di rete Natura 2000 prodotto in ambito regionale, a salvaguardia e anche per il ripristino delle aree naturali di pregio soggette a tutela ambientale.

Immagini
Casse di espansione lungo l'Enza
ALLEGATI
Delibera GR 1147_2018 Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 1105 Kb
Pubblicato il sabato 18 agosto 2018
Aggiornato il lunedì 15 ottobre 2018