Open      

PAES - Piano d'Azione dell'Energia Sostenibile

Nel dicembre del 2013 la Commissione Europea, tramite l’ente tecnico Joint Research Centre, ha accettato il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile del Comune di Montechiarugolo, approvato in Consiglio Comunale il 28 gennaio 2013.

 

È la conclusione di un percorso iniziato il 4 agosto 2011 quando il Comune di Montechiarugolo, primo Comune della provincia di Parma e uno dei primi nella nostra Regione, ha sottoscritto il «Patto dei Sindaci» e aderito alla campagna “Energia Sostenibile per l’Europa (SEE)”.

 

Questa adesione ha comportato l’impegno a redigere prima l'inventario di base delle emissioni (B.E.I.) del territorio comunale, punto di partenza delle future azioni in campo ambientale e poi, appunto, l’approvazione del PAES. Con questo documento il Comune prevede le azioni da sviluppare, sia nel settore pubblico che nel settore privato, per raggiungere i risultati di risparmio energetico e riduzione delle emissioni di anidride carbonica nei seguenti settori principali:

 

  • Edifici pubblici e Illuminazione Pubblica
  • Residenziale e terziario
  • Industria
  • Trasporti e mobilità.

 

Con l'approvazione del PAES, quindi, è ufficialmente iniziata la sfida dell’Ente e di tutto il territorio: da oggi al 2020 dovranno essere messe in pratica le azioni indicate nel PAES per ridurre le emissioni di CO2!

 

Fra le azioni già realizzate dal 2013 ad oggi c'è: il 'progetto Hèlios' per la produzione di locale di energia elettrica da fotovoltaico, a copertura dei consumi elettrici dell'Ente e, parzialmente, anche del territorio; la riqualificazione dell'impianto di Illuminazione Pubblica tramite LED, con un risparmio misurato di circa il 70%; il programma di riqualificazione delle scuole e di altri edifici pubblici per la riduzione del fabbisogno di energia termica.

 

Nella prima metà del 2015 è stato redatto il primo monitoraggio del PAES, che ha aggiornato i dati al 2013 e permesso di capire il trend dei consumi del territorio comunale. Nei cinque anni dal 2008 al 2013 le emissioni di CO2 del comunesono diminuite del 6,2%, in gran parte grazie alla diffusione del solare fotovoltaico. La nuova sfida per Montechiarugolo nei prossimi anni sarà agire sul lato della domanda per ridurre i fabbisogni di energia, non solo sui propri edifici ma soprattutto sul territorio!

 

Grazie al monitoraggio è stata effettuata una revisione del PAES e sono state meglio definite le azioni e gli obiettivi, grazie all'analisi delle dinamiche territoriali e ad una più dettagliata revisione della politica dell'Ente.

 

L’anno di riferimento rispetto al quale è stato calcolato l’obiettivo di riduzione è il 2008, quando le emissioni totali ammontavano a 55.125 tonnellate CO2/anno.

 

L’obiettivo di riduzione del Comune di Montechiarugolo è -24%, pari a -13.256 tonnellate CO2/anno. Ciò significa che nel 2020 l’Amministrazione Comunale si propone di emettere complessivamente solo 41.869 tonnellate CO2/anno.

 

“Quello di Montechiarugolo è il primo PAES approvato nella Provincia di Parma - afferma Luigi Buriola, Sindaco di Montechiarugolo - un documento che però non rappresenta la conclusione bensì l'inizio di un percorso, un progetto in campo ambientale che il Consiglio Comunale di Montechiarugolo sarà chiamato a realizzare nei prossimi anni”

 

 

Scarica il primo monitoraggio del PAES (aggiornamento dati e azioni PAES 2015)

Scarica la sintesi del primo monitoraggio PAES

Scarica la delibera di approvazione del monitoraggio del PAES (CC 74/2015)

 



 

 

Pubblicato il lunedì 8 agosto 2016
Aggiornato il mercoledì 26 ottobre 2016