ti trovi in: EMAS

Il Comune di Montechiarugolo ha ottenuto la Registrazione EMAS

Conseguito un altro importante traguardo verso una gestione sempre più sostenibile del territorio e delle risorse

La Sezione EMAS Italia del Comitato per l’Ecolabel e l’Ecoaudit nella seduta del 13 marzo 2012 ha deliberato la registrazione del Comune di Montechiarugolo, attribuendogli il n. IT-001422, valida fino al 21 dicembre 2012.

Montechiarugolo è quindi il quinto Comune della Provincia di Parma (insieme a Berceto, Felino, Lesignano, Langhirano e alla Provincia stessa) ad essere certificato EMAS.

Il Comune di Montechiarugolo, che già dal 2010 ha ottenuto la certificazione del Sistema di Gestione Ambientale secondo la norma UNI EN ISO 14001 ottiene ora la virtuosa ed ambita Registrazione EMAS (EcoManagement and Audit Scheme - Sistema di Ecogestione e di Audit) secondo quanto previsto dal Regolamento n.1221/2009/CE della Comunità Europea.

Sono orgoglioso della certificazione EMAS che il nostro Comune ha appena raggiunto – ha dichiarato il Sindaco di Montechiarugolo Luigi Buriola -. Lo abbiamo sempre giudicato un importante tassello, uno di quegli obiettivi di eccellenza ed innovazione nelle politiche ambientali che la nostra amministrazione, fino dal suo insediamento, sta perseguendo con impegno. È stato un percorso che ha visto molto coinvolti  tutti i nostri uffici e li ha visti collaborare, con una formula che crediamo innovativa, con un altro comune, Correggio,  che ci ha fatto da tutor in questo percorso.  Lo riteniamo dunque un importante percorso pubblico verso la qualità e la trasparenza. Infatti  la certificazione ad opera di un soggetto terzo è un'ulteriore ed importante forma di garanzia e controllo, per i cittadini e gli amministratori, dei risultati raggiunti dall'ente. Non sono molti i comuni che l'hanno ottenuta e ciò è per noi uno stimolo a  mantenerla e a continuare con determinazione. Ringrazio dunque tutta la struttura del Comune e l'assessore Maurizio Olivieri che ha portato a compimento un percorso iniziato da Brenno Buratti nello scorcio della precedente legislatura.

L’Assessore all’Ambiente Maurizio Olivieri aggiunge:  Si è trattato di un percorso non certo formale, ma impegnativo e sostanziale, che ha implicato un cambio di mentalità e nel lavoro amministrativo, che ha  aumentato la conoscenza e la consapevolezza sui temi della gestione ambientale, rivelandosi un indispensabile strumento strategico per la messa a fuoco delle problematiche e per la programmazione e la progettazione degli interventi ambientali. Probabilmente senza la certificazione EMAS non ci sarebbero stati i progetti di solarizzazione fotovoltatica  del programma Hèlios, quelli sulla illuminazione pubblica e sui rifiuti. È anche uno strumento di partnership e consulenza fondamentale per Comuni come il nostro, perché consente di avere un interlocutore sempre aggiornato e con una esperienza non solo locale, cosa che si rivela utile anche per interloquire e confrontarsi con soggetti più 'grandi' di noi, come gli enti superiori, le aziende e le multiutility. Il prossimo passo sarà, credo, la certificazione in campo energetico, perché questo tema è sempre più strategico per le amministrazioni e qui abbiamo deciso di puntare con le nostre azioni future.

Dopo aver ottenuto la validazione della Dichiarazione Ambientale (documento che fotografa lo stato dell'Ambiente a Montechiarugolo e presenta le azioni e gli obiettivi che l'Amministrazione si pone nell'ottica del miglioramento continuo richiesto dal Regolamento EMAS) nel marzo 2012 il Comitato per l'Ecolabel e l'Ecoaudit (Organismo Nazionale Competente per l'applicazione degli Schemi Comunitari) ha verificato la conformità del sistema di gestione ambientale del Comune di Montechiarugolo e la veridicità dei dati pubblicati nella Dichiarazione Ambientale, dando il via libera al comitato scientifico dell'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) di deliberare la Registrazione EMAS del Comune di Montechiarugolo ed il relativo rilascio del CERTIFICATO EMAS.

Che cos'è l’EMAS

EMAS indica in modo sintetico il Regolamento europeo n.1221/2009 che disciplina il sistema comunitario di ecogestione ed audit, ed è un acronimo inglese che sta per:

Eco-
Management and
Audit
Scheme
Il regolamento ha l'obiettivo di favorire, su base volontaria, una razionalizzazione gestionale degli aspetti ambientali delle organizzazioni, basata non solo sul rispetto dei limiti di legge, ma sul miglioramento continuo delle proprie prestazioni ambientali, sulla creazione di un rapporto di fiducia e trasparenza con le istituzioni e con il pubblico e sulla partecipazione attiva dei dipendenti.

Cosa significa essere registrati EMAS ?


La Comunità Europea ha emanato nel 1993 e poi revisionato nel 2001, il Regolamento ad adesione volontaria n° 761/01 denominato EMAS (Environmental Management and Audit Scheme) che disciplina una serie di prassi e di procedure per una gestione ottimale delle questioni ambientali.

Chi intende aderire ad EMAS deve porre le questioni ambientali al centro della propria azione amministrativa o, nel caso delle imprese, deve, in tutte le fasi produttive porre attenzione a tutte gli impatti che l’esercizio della propria attività produce sull’ambiente.

Solo chi dimostra di aver attentamente analizzato tutti gli impatti ambientali significativi dovuti alla propria attività e di aver messo in campo tutte le procedure tecniche, amministrative e le migliori pratiche per migliorare continuamente i propri impatti ambientali (quali ad esempio il consumo di risorse naturali o la produzione di rifiuti, le emissioni in atmosfera o nelle acque) e solo dopo aver sostenuto con esito positivo le visite ispettive di un Ente verificatore accreditato presso il Comitato interministeriale EMAS Italia (nel caso di Montechiarugolo l’ente certificatore è DNV Italia) può essere Registrato dalla Comunità Europea nell’apposito Albo comunitario delle organizzazioni registrate EMAS.

 

Il percorso per l’ottenimento della Registrazione EMAS presuppone da parte dell’organizzazione tutta una serie di azioni propedeutiche:

  • effettuare un'ANALISI AMBIENTALE delle proprie attività, con la quale stabilire i propri aspetti ed impatti ambientali e valutarne la significatività
  • stabilire la propria POLITICA AMBIENTALE: obiettivi e principi generali di azione rispetto all'ambiente che diventeranno il quadro di riferimento per fissare obiettivi e target specifici
  • elaborare un PROGRAMMA AMBIENTALE che contenga le misure da adottare per raggiungere obiettivi e target di miglioramento fissati
  • dotarsi di un SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE, cioè quella parte del sistema complessivo di gestione (struttura, pianificazione, responsabilità, pratiche, procedure, processi e risorse) che consente di sviluppare e mantenere l'efficienza ambientale
  • effettuare l'AUDITING, una valutazione sistematica, periodica, documentata e obiettiva delle prestazioni dell'organizzazione e del sistema di gestione ambientale
  • predisporre una DICHIARAZIONE AMBIENTALE destinata al pubblico, che comprenda: politica ambientale, descrizione dell'organizzazione e del sistema di gestione ambientale, aspetti ambientali significativi, obiettivi e target ambientali, prestazioni ambientali dell'organizzazione.
  • La Dichiarazione Ambientale viene valutata e convalidata da un VERIFICATORE AMBIENTALE ACCREDITATO indipendente.
  • Con la Dichiarazione Ambientale convalidata, l'organizzazione può chiedere la REGISTRAZIONE da parte del Comitato Ecolabel-Ecoaudit per poi essere inserita nel registro EMAS dell'Unione Europea. A registrazione ottenuta l'organizzazione può utilizzare il logo EMAS.


autore: gbr
creato: giovedì 22 marzo 2012
modificato: martedì 1 ottobre 2013